DUE PASSI, Mica Altrove

Michele Marchesani, abruzzese ma ormai, dopo aver girato un po’ qua e là, orvietano da tanti anni, tra le sue tanti doti ha quella di saper scrivere belle canzoni, pezzi di intensa poeticità, intrisi di circolare grazia. Dato che, oltre che un artista, è anche un nostro caro amico, abbiamo deciso di invitarlo a scuola, per parlarci delle canzoni, di come nascono, e del perché a volte si compia il grande passo di passare dal semplice suonare allo scrivere, al tirar fuori qualcosa di sè ed esporlo al giudizio del mondo. Ma ci ha parlato anche dell’importanza dell’ascolto, e di come una canzone, o meglio un disco, a questa età possa davvero aprirti un mondo, dentro e fuori di te.

Michele, armato della sua chitarra, ci ha suonato live una sua canzone (“Rient del mòn / Ridere del mondo”) e ci ha proposto un altro suo pezzo in registrazione casalinga, “Due passi”.

Ascoltatelo, perché merita.

Prima di passare alle recensioni dei nostri allievi, eccovi la registrazione dell’intervento fatto da Michele in aula il 23 maggio. Se volete ascoltarla, cliccate e ascoltate (volendo potete pure scaricare in mp3)

PARTE 1

PARTE 2

“Due passi” è una canzone scritta da Mica Altrove. La base della canzone mi ha colpito e mi è piaciuta molto perché, per essere fatta in casa dall’autore, è veramente riuscita. In particolare mi ha molto colpito il ritornello. La canzone parla di due amici che hanno litigato, ma dopo uno di loro ha pensato di fare pace per poi incontarsi di nuovo.

ANTONIO GIORGINI, 3D

 

Il ritmo della canzone è carino, anzi bello, però all’inizio è troppo lento, e così in mezzo. Così non mi piace molto, non lo so perché, anche se l’ho ascoltata due o tre volte. Il testo invece mi piace, è scritto bene. Penso che se cambiasse il ritmo, la canzone forse migliorerebbe.

ZYING XIA, 3D

Annunci

MAKING PLANES FOR NIGEL, XTC

Non facilissima questa canzone, uno dei capolavori di sarcasmo esistenziale e sociale dei sottovalutati XTC. La dura Inghilterra degli anni ’70 è un po’ lontana dai pensieri e dalla sensibilità dei ragazzi di oggi, ma il pezzo veicola il suo messaggio con un piglio decisamente pop, che ha saputo catturare l’attenzione di alcuni di loro.

testo XTC

“Making planes for Nigel”, cantata dagli XTC nel ’79, parla di come due genitori vogliano il meglio per loro figlio programmandogli il suo futuro. Il video non mi è piaciuto molto perché non spiega bene la canzone. E’ una canzone che tratta di temi attuali.

GIOSUE’ MANCINI, 3D

“Making planes for Nigel” è una canzone che parla di persone che stanno programmando piani per il futuro di Nigel. Il brano è molto attuale, secondo me, perché ancora oggi le famiglie (per la maggioranza) decidono per il futuro dei propri figli e su cosa dovranno diventare. La canzone è ben “strumentata”, ovvero ha una musica molto forte e significativa, così come il cantato che ha una velocità sostenuta. Le parole sono molto semplici da capire, già al primo ascolto.

ANTONIO GIORGINI, 3D

Questo brano contiene molto ritmo. Mi fa pensare ai vecchi tempi. E’ allegro e vivace. Il ritornello mi è piaciuto molto, soprattutto la frase: “We ‘re only making planes for Nigel”. Il video è fatto molto bene e riprende il testo. I cantanti cantano con molta allegria e attenzione allo stesso tempo.

RACHELE BONANNO, 3D

“Making planes for Nigel” è un pezzo rock degli XTC del 1979. Il pezzo parla di un ragazzo di nome Nigel che viene guidato attraverso il suo futuro dalla gente che gli sta attorno ma senza la sua minima approvazione. La canzone è molto potente ed orecchiabile.

FLAVIO MORELLI, 3D

CANZONE PER FEDERICA, Maldestro

Questa nuova edizione del Laboratorio “Dentro le canzoni”, riservato alle classi a  Tempo Prolungato della Scuola Media L.Signorelli di Orvieto, vede partecipare 13 alunni ed alunne, alcuni della 1D , altri della 3D e comincia con una delle canzoni che più hanno lascito un segno nello scorso Festival di Sanremo. Al di là della storia personale dell’autore (ne fa cenno un’alunna), la canzone ha impressionato per la poetica e la forza sprigionata, con quel ritornello che, letteralmente, apre.

Testo maldestro

Il pezzo ha molto incuriosito i nostri ragazzi e le nostre ragazze, che, studiando anche attentamente il video, hanno avanzato ipotesi di interpretazioni molto pertinenti, alcune delle quali erano colpevolmente sfuggite al loro sprovveduto professore

E’ favolosa, fantastica! Sia il video sia la canzone sono meravigliose, però il ritmo è un po’ scadente. Se non l’avete già ascoltata, ve la consiglio: mettetele un like!

MICHELE TAFANI, 1D

Il ritmo di questa canzone non è uguale ad altre canzoni che hanno un ritmo diverso, infatti questa non è molto veloce, ma neanche molto lenta: sta nel mezzo. Il video parla di una donna e sua figlia, la bambina non ha il padre (o almeno non si vede), quindi sta da sola con la madre. La mamma si veste come la bambina, sempre uguali: i vestiti, i capelli, i pantaloni. Tutto si svolge in un giorno: si alzano e vanno a fare un giro per la città. Vedono tante cose, poi vanno in biblioteca, e c’è un uomo che viene a parlare con la donna: alla bambina non piace che sua madre parli con altri uomini, quindi non è molto contenta. Usciti da biblioteca, vanno a mangiare. Nella strada, vedono un uomo che sta cantando. Dopo si vede che la mamma si è innamorata dell’uomo che che prima era in biblioteca, che è venuto in casa della bambina e fa la cena per la madre. La storia finisce qui: mi è piaciuta la canzone, e anche il video.

ZIYING XIA, 3D

 

‘’Canzone per Federica’’ è una canzone scritta da Maldestro, nuovo autore italiano, che ha anche partecipato al Festival di Sanremo 2017 nella sezione Nuove Proposte portando questo brano. E’ un bel brano con un testo che emana pensieri di incoraggiamento. Ha un ritornello molto potente e orecchiabile che rimane subito nella testa di chi lo ascolta.

FLAVIO MORELLI, 3D

 

Penso che questo brano sia molto interessante. Penso anche che sia dedicato a una ragazza e che il cantante le voglia consigliare come comportarsi. Ha un significato profondo e mi è piaciuta particolarmente una frase: “Sarà che quando vuoi andare la moto è ferma e non parte”: può significare che ci devi pensare, alle volte, ma forse deve accadere qualcosa e non devi andartene. Infatti quando dice “sarà”, può stare a significare che sarà un caso, o forse no, che la moto è ferma e non parte.

GIULIA PURGATORI, 3D

Ho scelto questa canzone perché, ascoltandola di più, mi è sempre più piaciuta, dato che le parole sono belle, per esempio “aria” e “sera”. E’ scritta e cantata da Maldestro, che è figlio di un camorrista che però ha scelto la carriera di musicista.

NARDOS GUJA, 3D

Questo brano ha un ritmo lento, ma in un punto c’è un cambio del tempo. Secondo me, il messaggio del testo è che bisogna riuscire a rialzarsi dopo essere caduti e che tutto è mutabile nel tempo. Due frasi che mi sono piaciute sono “Sarà che siamo creature fatte di polveri e inganni, per correggerci il cuore non basteranno questi anni” e l’altra è “Sarà che siamo architetti del nostro stesso dolore”.

GIULIA BACCELLO, 1D

Questa canzone mi piace molto perché è profonda. E’ molto bello l’inizio e la parte in cui dice: “Ma tu cammina, accumula strade lasciando che tutto si muova” e anche quella in cui canta: “Ma tu respira, non chiudere gli occhi se il buio della notte ti trova”

EMMA PONTREMOLI, 1D

“Canzone per Federica” è stata scritta da Maldestro per Sanremo Giovani 2017. Il canto è vicino al parlato fino al ritornello dove la voce si alza di volume e così anche la base, e si aggiungono altri strumenti. Le parole sono scelte con cura e viene usata anche l’anafora all’inizio di ogni strofa. L’ultimo ritornello è diviso in due da uno “special”: “Balla da sola, oppure in mezzo alla gente/ e canta, perché nessuno ti tolga niente”. Qui la musica cambia completamente, mutando a valzer. Il video della canzone parla di una donna lasciata sola dal fidanzato, e quindi per trovare una compagnia si immagina una bambina, forse lei da piccola, che l’accompagna sempre, ovunque lei vada, fin quando la ragazza, mentre lavora, si innamora di un ragazzo.

ANTONIO GIORGINI, 3D