DUE PASSI, Mica Altrove

Michele Marchesani, abruzzese ma ormai, dopo aver girato un po’ qua e là, orvietano da tanti anni, tra le sue tanti doti ha quella di saper scrivere belle canzoni, pezzi di intensa poeticità, intrisi di circolare grazia. Dato che, oltre che un artista, è anche un nostro caro amico, abbiamo deciso di invitarlo a scuola, per parlarci delle canzoni, di come nascono, e del perché a volte si compia il grande passo di passare dal semplice suonare allo scrivere, al tirar fuori qualcosa di sè ed esporlo al giudizio del mondo. Ma ci ha parlato anche dell’importanza dell’ascolto, e di come una canzone, o meglio un disco, a questa età possa davvero aprirti un mondo, dentro e fuori di te.

Michele, armato della sua chitarra, ci ha suonato live una sua canzone (“Rient del mòn / Ridere del mondo”) e ci ha proposto un altro suo pezzo in registrazione casalinga, “Due passi”.

Ascoltatelo, perché merita.

Prima di passare alle recensioni dei nostri allievi, eccovi la registrazione dell’intervento fatto da Michele in aula il 23 maggio. Se volete ascoltarla, cliccate e ascoltate (volendo potete pure scaricare in mp3)

PARTE 1

PARTE 2

“Due passi” è una canzone scritta da Mica Altrove. La base della canzone mi ha colpito e mi è piaciuta molto perché, per essere fatta in casa dall’autore, è veramente riuscita. In particolare mi ha molto colpito il ritornello. La canzone parla di due amici che hanno litigato, ma dopo uno di loro ha pensato di fare pace per poi incontarsi di nuovo.

ANTONIO GIORGINI, 3D

 

Il ritmo della canzone è carino, anzi bello, però all’inizio è troppo lento, e così in mezzo. Così non mi piace molto, non lo so perché, anche se l’ho ascoltata due o tre volte. Il testo invece mi piace, è scritto bene. Penso che se cambiasse il ritmo, la canzone forse migliorerebbe.

ZYING XIA, 3D

Annunci