PARANOID ANDROID, Radiohead

Questa volta il professore ha osato un po’ troppo, con un gruppo sconosciuto ai giovani d’oggi e forse anche ai loro padri e madri (che invece, in qualche caso, hanno trasmesso alla prole gruppi come Queen e Pink Floyd). E anche la scelta di “Paranoid Android”, tratta dal capolavoro “OK computer” del 1997, è stata alquanto temeraria: è un pezzo strano che vive di diversi movimenti, con un testo allusivo e apocalittico che forse solo il lettore del “Guida galattica per gli autostoppisti” di Douglas Adams può comprendere (e un video che, in tal senso, complica ancor più le cose). Insomma, quanto di più distante dall’esperienza musicale attuale. Ma tant’è: i Radiohead sono dei geni assoluti, gli ultimi forse ad aver davvero detto qualcosa di nuovo e rivoluzionario nella musica rock, sicché non potevano mancare, anche se solo un alunno ha deciso alla fine di occuparsene, bontà sua.

Schermata 2017-06-05 alle 11.50.20

Questa canzone è molto bella, sia dal punto di vista musicale, sia dal punto di vista ritmico. Mi è piaciuta molto perché è molto divertente anche il video, che è tipico degli anni ’90, anche se non mi è molto piaciuto perché non ha senso, però la canzone è molto bella.

FEDERICO PELLEGRINI, 3D

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...