CITTA’ PARADISO, di Kama

Kama (all’anagrafe Alessandro Camattini) ha solo due dischi alle spalle. Tra il primo album (con il singolo “Ostello Comunale” che era stato adottato da tutti gli studenti fuorisede d’Italia) e l’ultimo, “Un signore anch’io” (2006) ha lasciato passare dieci anni, il tempo di diventare padre e di farlo con tutta l’attenzione che questo mestieraccio richiede. E’ davvero un autore di grande qualità e anche i nostri ragazzi, in gran parte cresciuti con in testa la falsa equivalenza “successo = bravura” (e viceversa), hanno dovuto riconoscere che questo musicista quarantenne di Desio meriterebbe tutta la fortuna del mondo.

E dato che la canzone ci era così tanto piaciuta, abbiamo pensato di parlarne di persona con lo stesso Kama, in un collegamento Skype che ha unito la nostra scuola alla sua abitazione, in modo da chiarire con lui tutti i dubbi e le curiosità lasciate inevase dall’ascolto del pezzo. Dopo la canzone (l’abbiamo caricata noi, in attesa del video di prossima realizzazione), il testo e le recensioni, potrete ascoltare in fondo al post la registrazione dell’intervista collettiva effettuata da Flavio, Rachele, Giulia (1 e 2). Grazie a Kama per la sua rara gentilezza e disponibilità.

Schermata 2017-05-20 alle 22.56.48

L’autore non è molto conosciuto, ma penso che abbia molto talento e “Città paradiso” ne è la prova. Credo che lui voglia alludere a qualcosa, ma in maniera indiretta, cioè riesci a capire il significato solo se presti molta attenzione, però il brano può avere molti significati, dipende da noi.

GIULIA PURGATORI, 3D

La canzone “Città paradiso” scritta e cantata da Kama, è strutturata con due strofe, un ritornello e poi un’altra strofa ancora. Nell’ultima strofa sono stati inseriti dei suoni di chitarra all’incontrario. La canzone parla di una città dove tutto è concesso e dove si sta bene, dove non ci sono armi e peccati, dove tutti si amano. E’ un brano che se fosse registrato per una casa discografica importante, potrebbe avere successo.

ANTONIO GIORGINI, 3D

Il cantante di questa canzone è poco conosciuto, ma ha molto talento. In me la canzone ha risvegliato gioia, spensieratezza e divertimento. Penso che sia stata una canzone molto difficile da scrivere, perché ha un significato particolare.

GIULIA MARIA NEVE MANCINI, 1D

Per essere il secondo disco, ha fatto davvero un ottimo lavoro: se ci fosse stato anche il video avrebbe avuto un successone!

MICHELE TAFANI, 1D

Questa canzone è molto orecchiabile: mi sembra un tormentone dell’estate. Mi piace molto il testo e come l’autore immagina il paradiso. E’ molto bello il ritornello, e mi piace la parte del testo che fa “Vedrai, basteranno poche ore/ a cancellare il tuo dolore/ Vedrai, prendimi la mano dolcemente/ camminiamo piano”. Di questa parte mi piace anche il ritmo.

EMMA PONTREMOLI, 1D

INTERVISTA A KAMA (16 maggio ’17)

E infine: Kama ci saluta dal suo profilo Facebook!

Schermata 2017-05-24 alle 21.19.24 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...