ANNAROSA di Naif Herin (con intervista)

Tra grandi classici e pezzi pop spacca-classifiche, ecco spuntare un’autentica outsider, la pressoché sconosciuta Naif Herin, cantante valdostana di bravura pazzesca. “Annarosa” , tratta dal suo ultimo album “Le civette sul comò” del 2011, è un gioiello luminoso, un ritratto preciso e commovente di una donna in là con l’età che ha visto la vita passare sotto i panni che  per anni ha lavato. Insomma, un pezzo che per tema, modo di cantare (sentite l’attacco!) ed arrangiamenti è completamente fuori da ogni logica radiofonica. Eppure è piaciuto tantissimo ai nostri ragazzi, che hanno orecchie e cuori ben funzionanti e sanno riconoscere una cosa bella ed emozionante, quando ci si imbattono. (MEDIA STELLETTE: 3,5 SU 5)

Annarosa è una bellissima canzone di Naif Herin, una cantante per ora ancora non famosa ma con un grande, grandissimo talent , ed è di Aosta. Ha una voce molto singolare, da mamma, dolce e lieve. La canzone parla di una donna, Annarosa, un po’ avanti con l’età, che di mestiere fa la lavandaia e dai panni capisce quello che ha fatto l’uomo che li ha indossati, per esempio un uomo profumato è un buon partito… Annarosa è una donna pensierosa, molto religiosa. Sembra una persona speciale, forse chi la ha scritta la identifica in qualcuno? A mio parere la sua canzone è molto bella, mi piace molto sia dal punto di vista canoro sia da quello musicale, ed il punto strumentale che mi ha più colpito è l’inizio perché parte con una musica tipo quella delle ninne nanne, come se la donna ora riposi, pacifica , … La canzone ha una sua originalità, anche le parole hanno un bel significato. La cantante, ripeto, è molto brava e ha un talento molto grande e tutte le sue varie canzoni, anche se su diversi temi sono molto belle e io auguro e invito tutti voi a sentirle almeno una volta, perché ne vale la pena. (Giudizio personale: 5 stellette su 5)

ALESSANDRA TALAMONI, 3D

Mi piace perché è il genere di musica che ascolto spesso. La voce è bellissima e piena di emozione, percio’ mi fa un po’ sentire triste.Tuttavia, secondo me è una canzona bella. (Giudizio personale: 4 stellette su 5)

PALOMA MARTINEZ-BRENNER, 1D

La cantante secondo me ha una voce melodica. Il secondo verso mi piace moltissimo quando dice: “Annarosa lava i panni della gente e dei panni della gente lei conserva le avventure”. Il verso che dice “Annarosa profuma di marsiglia” vorrebbe dire che da quando lava i panni ha assunto quell’odore. L’emozioni che mi dà è di dolcezza.  (Giudizio personale: 5 stellette su 5)

MARZIA BARBINI, 1D

La canzone è tanto piaciuta a qualche ragazza, che abbiamo voluto parlarne direttamente con l’autrice che molto gentilmente ci ha concesso una lunga intervista. Ciò è avvenuto nell’ambito della trasmissione “Arrivano gli Sprassolati” su Radio Orvieto Web. Questo è il podcast per ascoltare/scaricare l’intervista (la trovate, per la precisione, da 20’30” a da 1h0’45”, con l’aggiunta di tre sue canzoni):

ASCOLTA:

SCARICA http://www.mediafire.com/listen/wgzv01934sebu2p/STAG.7%2C%20p03%20con%20Naif%20Herin.mp3

 

Per finire, l’album “Le civette sul comò” è stato messo in download gratuito dalla stessa autrice qua. Scaricatelo, è bellissimo!

https://www.dropbox.com/sh/kriiww1mstc7sa6/YDMb1z_iG8/2011_Naif%20Herin_Le%20Civette%20Sul%20Como%27

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...